Vai al contenuto

Markforged presenta Onyx ESD, il suo polimero più avanzato

arrow_downward

Markforged ha lanciato il suo nuovo materiale Onyx ESD, il polimero più avanzato mai sviluppato dal produttore americano. Scopri in questo articolo perché è ideale per l’elettronica e la produzione.

Prima di tutto, cos’è l’Onyx ESD?

Onyx ESD è una versione ad alte prestazioni del materiale Onyx. Ha una resistenza superficiale estremamente ridotta che soddisfa le aspettative dei produttori più esigenti per quanto riguarda la sicurezza ESD. È più forte e più rigido dell’Onyx, pur mantenendo una perfetta finitura superficiale.

Uno degli usi principali delle materie plastiche ESD è nella fabbricazione di prodotti elettronici (ad esempio maschere e dispositivi per la fabbricazione di circuiti stampati). La domanda è davvero alta, perché ogni giorno vengono sviluppati e prodotti milioni di nuovi dispositivi elettronici. Ognuno di questi dispositivi richiede la produzione di maschere, attrezzature, pallet, nidi e ausili per il montaggio personalizzati. Normalmente questi componenti sono prodotti in volumi medio-bassi utilizzando le tradizionali tecniche di produzione sottrattiva (fresatura CNC). Ciò si traduce in lunghi tempi di consegna e in costi molto elevati per gli utensili.

La produzione additiva porta un grande cambiamento in tutto questo, permettendo ai produttori di progettare modelli e attrezzature che saranno stampati in 3D con materiali di qualità ingegneristica avanzata e che soddisfano i requisiti di resistenza superficiale alle scariche elettrostatiche (ESD). I tempi di consegna si riducono da settimane a oregli assemblaggi multicomponente possono essere ridotti a una singola parte stampata in 3D, e il risparmio di materiali e di ore di lavoro in genere supera il 90%. La chiave di tutto questo sta nei materiali appropriati capaci di resistere alle impegnative fasi di lavorazione associate alla produzione elettronica.

Classificazione dei materiali e dissipazione elettrica

L’Onyx ESD utilizza una variante di nylon diversa dall’Onyx, ma contiene sempre microfibre di carbonio. Onyx ESD è formulato con una sostanza conduttiva che gli conferisce le sue proprietà di dissipazione elettrica. Infatti, i materiali sono classificati in base alla loro capacità di far fluire gli elettroni sulla o attraverso la loro superficie. I materiali che fanno circolare molto facilmente gli elettroni sono considerati “conduttivi”. Al contrario, i materiali che non muovono facilmente gli elettroni sono considerati “resistivi”. Pertanto, conduttivo è l’opposto di resistivo, e allo stesso modo, dire che un materiale ha un’alta conducibilità è come dire che un materiale ha una bassa resistenza.

Tra conduttivo e resistivo ci sono materiali “dissipativi”. Questi materiali fanno circolare il flusso di elettroni, ma in modo più lento e controllato, riducendo al minimo la possibilità di scintille che possono danneggiare i dispositivi elettronici sensibili.

Resistenza di superficie

L’Onyx ESD ha una resistenza di superficie tra 10^5 e 10^7 ohm su tutti i lati quando viene stampato utilizzando le impostazioni ES ottimali, compreso l’uso della funzione di “parte in rilievo”. Quando viene stampato direttamente sul letto di stampa, la parte inferiore della superficie delle parti Onyx ESD può avere resistenze di superficie fino a 10^10 ohm. Anche a 10^10, questa resistenza di superficie rientra nel campo di dissipazione (che si estende fino a 10^11 ohm). Vedere la scheda tecnica Onyx ESD per i dettagli sulle impostazioni di stampa consigliate.

 

Le proprietà fisiche di Onyx ESD

L’Onyx ESD è ancora più forte e rigido dell’Onyx standard. Entrambi i materiali sono più rigidi e più resistenti agli urti dell’ABS. Onyx ESD è inoltre compatibile con tutti i materiali di rinforzo Markforged, come fibra di carbonio, fibra di vetro, Kevlar e fibra di vetro HSHT.

 

Onyx ESD è compatibile con le nostre stampanti industriali Markforged – X3, X5 e X7.

This site is registered on wpml.org as a development site.