Vai al contenuto

La stampa 3D per la serie TV più di successo dell’ultimo decennio

arrow_downward

Stranger Things e gli effetti speciali con la stampa 3D

Aaron Sims Company è uno studio di design ed effetti visivi per la realizzazione di film, TV e videogiochi. Aaron Sims, titolare dell’omonima compagnia, ha fondato l’azienda nel 2005 a Los Angeles, California. Fondamentale è stato il suo supporto nella creazione di Stranger Things.

Oggi, i modelli in scala e gli “effetti fisici” (effetti speciali prodotti a mano, a differenza degli effetti prodotti in digitale) sono in gran parte passati di moda nell’industria cinematografica di Hollywood. Questo a causa delle deadlines ristrette, budget più contenuti e richieste crescenti e che quindi hanno reso gli “effetti fisici” per lo più impraticabili.

I fratelli Duffer, creatori della serie TV Stranger Things per Netflix, si sono rivolti ad Aaron Sims Company per progettare uno dei personaggi chiave della serie. Il Demogorgon, una creatura predatrice centrale nella trama della serie. I creatori erano alla ricerca di un’autentica nostalgia fantascientifica che caratterizzava gli anni ’80. Hanno quindi chiesto all’azienda di realizzare qualcosa che è sempre più raro ritrovare nell’industria di Hollywood di oggi: un effetto fisico.

Anziché portare il Demogorgon sullo schermo con metodi del tutto fisici, Aaron Sims ha creato un approccio ibrido tra fisico e digitale. Questo avrebbe permesso alla serie TV di raggiungere l’aspetto fantascientifico degli anni ’80 che i registi volevano, senza sacrificarne la trama.

Questo approccio ha permesso allo studio di creare effetti visivi convincenti e ha consentito loro di esprimere a pieno la vena artistica con la massima libertà. La tecnologia digitale ha permesso il coinvolgimento dell’azienda nel processo di ideazione del personaggio fin dall’inizio, stimolandone la creatività.

La creazione del Demogorgon con Formlabs

Lo studio californiano, ha creato il Demogorgon in tempi relativamente ristretti. Aaron Sims stesso, è stato il primo a disegnare la testa del mostro, un viso fiorito coperto di denti affilati.

La prima bozza è stata poi trasmessa al team di progettazione, che ha esplorato ulteriormente l’idea in modo che potesse essere condivisa con i registi di Stranger Things.

Dopo l’approvazione dello schizzo iniziale da parte dei registi, Aaron Sims è passata alla creazione digitale in 3D. Rispettando l’ottica di cinema moderno, i file digitali sarebbero stati trasferiti direttamente allo studio cinematografico. Ma dato il background di Sims in effetti fisici e maquette di argilla, il designer ha iniziato a prendere in considerazione la tecnologia 3D di Formlabs.

Il Demogorgon è stata una delle prime stampe che abbiamo fatto utilizzando le nostre stampanti Form 2ee di Formlabs, e siamo rimasti stupiti. Prima di allora, avevamo stampato sempre esternamente. Quindi, poterlo fare internamente e vedere un disegno che abbiamo contribuito a creare fin dall’inizio stampato proprio di fronte a noi, è stata una cosa sorprendente. È stato come tornare ai tempi in cui scolpivamo con l’argilla“, ha detto Sims.

Il processo di realizzazione del Demogorgon di Stranger Things, è iniziato con stampe 3D più piccole per assicurarsi che tutto fosse costruito correttamente. Dopo aver risolto alcune problematiche minori, l’azienda ha stampato modelli singoli più grandi da dipingere e presentare ai registi per l’approvazione finale.

Quando la tecnologia digitale ha preso piede a Hollywood, sembrava che i tempi degli effetti fisici stessero per concludersi. La tecnologia come la stampa 3D, l’AR e la VR diventano sempre più accessibili a un maggior numero di aziende. D’altra parte i confini tra digitale e fisico stanno diventando sempre più sfumati.

This site is registered on wpml.org as a development site.